Scrivi e premi "invio"

NEWS

Home > News > Dettaglio News
11Sett

Cass. pen., Sez. IV, 29 maggio 2019, dep. 31 luglio 2019, n. 34888, Pres. Izzo, Rel. Pezzella


Sulla responsabilità del Coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione.

La pronuncia in esame si rivela degna di nota poiché, con essa, la Corte di Cassazione ha avuto modo di chiarire nuovamente quali siano gli obblighi scaturenti dalla legge in capo al Coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione.

Al ricorrente – che, nel caso di specie, rivestiva, appunto, il ruolo di Coordinatore per l’esecuzione – veniva contestata la violazione delle lettere a) e b) del comma 1 dell’art. 92 D. Lgs. 81/2008.
Ai sensi di tale disposizione, “durante la realizzazione dell’opera, il Coordinatore per l’esecuzione dei lavori: a) verifica, con opportune azioni di coordinamento e controllo, l’applicazione, da parte delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi, delle disposizioni loro pertinenti contenute nel piano di sicurezza e di coordinamento di cui all’articolo 100 ove previsto e la corretta applicazione delle relative procedure di lavoro; b) verifica l’idoneità del piano operativo di sicurezza, da considerare come piano complementare di dettaglio del piano di sicurezza e coordinamento di cui all’articolo 100, assicurandone la coerenza con quest’ultimo, ove previsto, adegua il piano di sicurezza e di coordinamento di cui all’articolo 100, ove previsto, e il fascicolo di cui all’articolo 91, comma 1, lettera b), in relazione all’evoluzione dei lavori ed alle eventuali modifiche intervenute, valutando le proposte delle imprese esecutrici dirette a migliorare la sicurezza in cantiere, verifica che le imprese esecutrici adeguino, se necessario, i rispettivi piani operativi di sicurezza […]”.
 
Veniva, in particolare, contestato al ricorrente, non solo di aver redatto un piano di sicurezza e coordinamento non idoneo a prevenire o a ridurre i rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori – come richiesto dall’art. 100 D. Lgs. 81/2008 – ma anche di aver omesso di accertare la corretta applicazione, da parte delle ditte presenti in cantiere, di tale documento.
 
Attraverso tale pronuncia, i Giudici di legittimità hanno avuto modo di ripercorrere la Giurisprudenza, consolidatasi in seno alla Suprema Corte, sul tema relativo al ruolo, ai compiti e alle responsabilità del Coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione.
La Corte di Cassazione ha, infatti, potuto ribadire l’orientamento che gli stessi Giudici di legittimità avevano già in precedenza cristallizzato in una serie di sentenze concordanti, alla luce del quale il Coordinatore per l’esecuzione dei lavori è garante della sicurezza dei lavoratori nel cantiere e riveste una posizione di garanzia che si affianca, in modo autonomo e indipendente, a quella del datore di lavoro e del committente, poiché il Coordinatore per l’esecuzione non è il controllore del datore di lavoro, bensì il gestore del cosiddetto “rischio interferenziale”.
 
In tema di infortuni sul lavoro, invero, il Coordinatore per l’esecuzione dei lavori ha una autonoma funzione di “alta vigilanza” in relazione alla generale configurazione delle lavorazioni che comportino rischio interferenziale.
Egli, tuttavia, non è tenuto anche ad un puntuale controllo, momento per momento, delle singole attività lavorative, che è invece demandato ad altre figure operative (datore di lavoro, dirigente, preposto), ad eccezione dell’obbligo, previsto dall’art. 92, lett. b) ed f) D. Lgs. 81/2008, di adeguare il piano di sicurezza e di coordinamento in relazione alla evoluzione dei lavori e di sospendere, in caso di pericolo grave e imminente direttamente riscontrato, le singole lavorazioni fino alla verifica degli avvenuti adeguamenti da parte delle imprese interessate.
 
Avv. Chiara Giuntelli
Studio Lageard

Condividi:

PROSSIMI CORSI IN PARTENZA

SCOPRI TUTTI I CORSI DISPONIBILI

NEWS

News

E' online il nuovo modello OT23 per la...

Sarà utilizzabile dalle aziende fino al 29 febbraio 2020. Tra le novità, gli interventi migliorativi per il reinserimento...

Continua a leggere...

News

Cass. pen., sez. IV, 19 luglio 2019, dep....

La Corte di Cassazione, nella pronuncia in esame, ha avuto modo di chiarire che le norme antinfortunistiche, contenute nel...

Continua a leggere...

News

Novità GDPR: le linee guida del Comitato...

Nel corso della sua 15esima sessione plenaria, il Comitato Europeo per la Protezione dei Dati (European Data Protection Board...

Continua a leggere...

News

Prevenzione incendi: i VV.F. spiegano le...

Pubblicata dal Ministero dell'Interno – Vigili del Fuoco la circolare n. 15406 del 15 ottobre 2019 illustra le principali...

Continua a leggere...

ARCHIVIO NEWS